La stampa 3D di Protolabs è la prima sul mercato, fornendo fiducia con la certificazione DNV

giovedì 20 maggio 2021 Protolabs

Abbiamo ricevuto la certificazione DNV Oil & Gas per la stampa 3D metalli, settore energetico adesso abbiamo tutte le carte in regola per voi!

La fiducia è fondamentale per l'industria Oil & Gas, nonché per il settore energetico nel suo insieme. L‘annuncio che abbiamo ottenuto la certificazione DNV per il servizio di produzione additiva di metalli fornirà importanti garanzie sulle caratteristiche meccaniche e sulla sicurezza delle attrezzature in lineacome richiesto dai particolari standard del settore.

Siamo presenti in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone, e abbiamo lavorato a stretto contatto con DNV per ottenere la certificazione "Qualificazione del fabbricante". Protolabs è così tra i primi produttori nella regione EMEA ad ottenere la certificazione e saremo il primo produttore certificato ad utilizzare la tecnologia di fusione su letto di polvere nel processo additivo - ideale per l'alta risoluzione e la precisione geometrica.

Il nostro General Manager e 3DP Lead EMEA, Daniel Cohn, ha così commentato la notizia: "La fiducia è giustamente una necessità importante per l'industria Oil & Gas come per il settore energetico più in generale. Da adesso, possiamo dare ancora più garanzie grazie al lavoro che abbiamo condotto sotto l'occhio attento di DNV - l'esperto indipendente nella gestione del rischio e nella garanzia di rispetto degli standard di settore. Gli audit dei nostri impianti di produzione e dei processi dimostrano che siamo conformi ai requisiti generali dell'industria Oil & Gas, potendo così continuare con un impegno ancora maggiore nel settore".

La certificazione si applica alla tecnologia DMLS (Direct Metal Laser Sintering), in particolare per la superlega Inconel 718 - un nichel cromo ad alta resistenza meccanica e alla corrosione. Combinando le eccezionali proprietà del materiale con la nostra esperienza nella DMLS, possiamo produrre rapidamente geometrie complesse per parti esposte alle condizioni difficili tipiche del settore.

Il conseguimento della certificazione consiste in un processo di valutazione tecnica di una serie di sonde all'interno della stampante 3D industriale in combinazione con il materiale, sia puntualmente che nel processo complessivo. La certificazione indipendente fornisce una prova affidabile che le sonde rilevano il raggiungimento dell'elevato standard di qualificazione stabilito da DNV.

Il Dr. Sastry Kandukuri, Senior Principal Materials Specialist nella Business Unit Energy Systems di DNV, ha aggiunto: "Sono molto soddisfatto che il nostro centro di eccellenza tecnologico globale per la produzione additiva sia stato in grado di sostenere Protolabs a raggiungere questo importante traguardo, come primo produttore certificato che utilizza la tecnologia di fusione a letto di polvere nel suo processo additivo. Siamo contenti continuare a sviluppare il nostro rapporto con Protolabs, che sta dando garanzia e fiducia in questa fase in cui l’uso - nelle industrie dell’Oil & Gas e dell'energia - dei prodotti stampati in 3D è in continua espansione".

La certificazione del processo DMLS di Protolabs e della sua superlega Inconel 718 fornisce un nuovo livello di garanzia, ma l'azienda offre una varietà di materiali e tecnologie che sono rilevanti per le industrie Oil & Gas, Maritime e Offshore, così come il più ampio settore energetico.

Cohn ha infatti continuato: "Offriamo una serie di metalli e plastiche per la produzione additiva, ognuno adatto alle esigenze specifiche di un progetto. Naturalmente vediamo possibilità nel settore per l‘Inconel 718 ma anche, in un intervallo di temperatura meno estremo, per l'acciaio inossidabile 316L. Vediamo anche possibilità con i polimeri funzionali in applicazioni dove le condizioni non sono così estreme. La certificazione DNV si applica al nostro Inconel 718, ma la consideriamo come una prova di qualità del nostro processo e ci aspettiamo di vedere questa fiducia estendersi a tutta la nostra offerta".

Ci si aspetta che le prime richieste in seguito alla certificazione proverranno dalla produzione additiva di pezzi di ricambio dove gli stampi originali non esistono più. "Credo che il settore si rivolgerà alle tecnologie additive per sostituire ciò che prima veniva fuso, ma anche per esaminare le possibilità di progettazione in ottica di aumentare l'efficienza e creare design più robusti per parti come pompe, valvole, componenti per turbine o apparecchiature di rilevamento". Inoltre, la certificazione assicura ai clienti la possibilità di utilizzare la produzione additiva per sfruttare i vantaggi della decarbonizzazione.

La produzione additiva può crescere ancora più velocemente grazie alla sempre maggiore fiducia nella tecnologia, nei materiali, nei processi e nelle stesse aziende produttrici.

Per spingere ad offrire parti stampate in 3D ancora più velocemente grazie ad un sempre più ampio portafoglio di materiali e servizi, stiamo costruendo un nuovo impianto di produzione di 5000 metri quadrati a Putzbrunn in Germania che darà ai clienti un accesso ancora maggiore ai processi di produzione automatizzati e ai sistemi di qualità dell'azienda. L'investimento di 13,5 milioni aumenterà la nostra capacità di stampa 3D del 50% per soddisfare la crescente domanda di questa tecnologia.

Cohn ha concluso: "Siamo il produttore digitale più veloce al mondo e in grado di fornire le garanzie necessarie e un obiettivo per noi molto importante è quello di produrre parti ancora più velocemente e fornire un servizio ancora più esteso ai nostri clienti. Quando un disegno finito entra nella nostra piattaforma online, passa attraverso una breve analisi di fattibilità da parte del nostro team di progettazione, per poi essere stampato. La certificazione DNV ci dà la fiducia necessaria e la nuova struttura ci darà la capacità necessaria per consegnare ancora più progetti in appena 1 giorno".

Per maggiori informazioni, clicca qui.