Protolabs: Servizi secondari

martedì 12 febbraio 2019 Matt Hatch
Paint & Finishing at Protolabs

Molti dei nostri clienti richiedono pezzi finiti ottenuti direttamente tramite il processo di stampaggio a iniezione o da lavorazione CNC. Molti altri, tuttavia, richiedono o hanno bisogno che i loro pezzi prodotti vengano sottoposti a una “lavorazione secondaria”. Queste operazioni sono conosciute con il termine di “Servizi secondari” e possono formare parte integrante dei requisiti di progetto di un cliente.

Perché ricorrere ai Servizi Secondari?

I servizi secondari possono essere necessari per soddisfare le esigenze in termini di controllo del processo, funzionalità o cosmetica (solitamente relative al branding o all’etichettatura) di un progetto specifico. La necessità di questi servizi aggiuntivi dipende dalle specifiche esigenze.

Il cliente potrebbe avere dei requisiti di monitoraggio del design e del processo di sviluppo molto particolari (l’esigenza di monitorare e registrare le dimensioni dei pezzi) che possono prevedere un ulteriore campionamento e misurazioni dettagliate.

I singoli pezzi potrebbero far parte di un assemblaggio che richiede il subassemblaggio e l’assemblaggio finale. Per il cliente, automatizzare le operazioni di subassemblaggio e assemblaggio finale di produzioni in volumi ridotti non rappresenta sempre una soluzione economicamente realizzabile per cui, in tali circostanze, la possibilità di fornire alcuni pezzi già subassemblati permetterebbe di semplificare la produzione finale e di conseguire risparmi in termini di tempo e denaro.

Servizi secondari comuni

Esiste una ampia gamma di servizi secondari e di supporto disponibili per i pezzi stampati a iniezione e lavorati con macchine CNC. I servizi più comuni includono:

  • Servizi dettagliati di ispezione e misurazione (a sostegno del PPAP e di altri processi di monitoraggio della qualità adottati dal settore)
  • Anodizzazione dei pezzi in alluminio lavorati con macchine CNC
  • Goffratura dello stampo
  • Saldatura a ultrasuoni. La saldatura a ultrasuoni utilizza vibrazioni acustiche a ultrasuoni ad alta frequenza per creare una saldatura allo stato solido tra due componenti. È particolarmente utile nell’unione di materiali diversi tra loro. Può anche essere usata per posizionare inserti metallici in pezzi di plastica dopo lo stampaggio.
  • Ribaditura a caldo. Nella ribaditura a caldo, inserti metallici o filettati vengono inseriti nei pezzi in plastica al termine del processo di stampaggio a iniezione, utilizzando calore e pressione per posizionarli.
  • Stampa a tampone. Nella stampa a tampone, una lastra in acciaio con un disegno inciso viene caricata con un inchiostro che viene successivamente trasferito ad un pezzo in plastica stampato. Il processo può essere impiegato per aggiungere in modo rapido ed efficiente un logo, numero di parte, grafica informativa o altre parole o immagini ad un pezzo.
  • Etichettatura interna allo stampo dalla forma rigida (IML). La IML utilizza un’etichetta stampata posizionata all’interno di uno stampo prima dell’iniezione della resina fusa. Quando la plastica riempie lo stampo, l’etichetta aderisce in modo permanente al pezzo.
  • Incisione a laser e marcatura del pezzo. L’incisione a laser comporta la marcatura di un pezzo in plastica con un laser per creare un’immagine o testo in contrasto.

 

In Protolabs lanciamo la nostra offerta di servizi secondari a partire da:

Produzione rapida di pezzi end-to-end                  

Indipendentemente dal fatto che abbiate bisogno soltanto di un pezzo stampato o lavorato con macchine CNC oppure che il vostro progetto richieda Servizi secondari, siamo in grado di assistervi per fare in modo che otteniate esattamente il risultato finale che cercate. Per discutere dei vostri requisiti, vi invitiamo a contattare [email protected]. Saremo lieti di conoscere il vostro progetto.