Proto Labs rinforza la battaglia contro il cancro

Zellwerk GmbH

Con sede in Germania, Zellwerk GmbH sta usando bioreattori mono-uso forniti dal servizio di stampaggio ad iniezione rapida di Proto Labs, per aiutare a combattere il cancro in pazienti dove le cellule immunitarie vitali sono carenti. Realizzato con una speciale resina in plastica con proprietà di finitura superficiale accuratamente controllata, questo sistema innovativo ha aperto completamente nuove prospettive nel mondo della medicina rigenerativa

Quando deve combattere il cancro, il corpo umano ha la sua guardia in prima fila:’Le cellule killer naturali’ sono in grado di distruggere le loro cellule rivali cancerogene e prevenire infezioni virali dalla diffusione delle stesse. Sfortunatamente, il sistema immunitario in molti pazienti è già indebolito da questa diffusione così che non riesce a produrre una quantità sufficiente di tali cellule.

Zellwerk GmbH di Eichstaedt, circa 25 km a nord ovest di Berlino, è riuscita a coltivare cellule fuori dal corpo umano in più grandi quantità che mai si era riuscito prima. Zellwerk, specialista nella cultura di cellule e tessuti, ottiene il suo scopo usando bioreattori mono-uso, realizzati usando componenti stampati ad iniezione forniti da Proto Labs.

Il Prof. Dr. Hans Hoffmeister, Capo Ufficio Esecutivo di Zell GmbH, descrive il sistema mentre regge in mano un particolare non vistoso in plastica trasparente con un coperchio. “Quelle che vedete qui è il cuore dei nostri bioreattori. Esso soddisfa tutte le richieste necessarie per produrre le cellule umane nella stessa quantità come i farmaci, in un processo standardizzato e ripetibile”.

“Questo sistema brevettato è sia una scoperta nella medicina rigenerativa che il sogno di scienziati biomedici. Si prende un campione dal paziente come il sangue, si isolano le cellule immunitarie, si coltivano fuori dal corpo umano in grandi quantità, e si risale a loro per combattere le cellule tumorali” Il sistema di Zell è chiamato TECHNOLOGY Z® RP e comprende una incubatrice posizionata in una camera di lavoro sterile del bioreattore, e uno speciale adattatore. Un monitor esterno di controllo, controlla e documenta tutti i parametri.

“E’ critico che il ‘flusso laminare’ viene creato nel reattore in plastica “ dice il Prof. Dr. Hoffmeister “Le cellule vengono posizionate sulla parte superiore del reattore e fatte scorrere senza creare turbolenza. Simultaneamente vengono fornite cellule con ossigeno ed un elemento fresco, mentre vengono trasportati gli elementi usati e viene mantenuto un costante pH.”

Per assicurare la ripetibilità del processo, l’elemento vitale della sfida era creare una superficie speciale nel reattore che offrisse il miglior volume di attrito – non troppo lisca e non troppo ruvida. Il Direttore di Produzione Rainer Mausolf riassume i requisiti per la resina del reattore e la sua condizione di superficie: “La scelta di materiale plastico era fondamentale perché noi dovevamo fornire costanti condizioni chimiche e fisiche nel reattore. Abbiamo provato diverse plastiche comuni ma abbiamo incontrato molte difficoltà a trovare un materiale che fosse resistente alla sterilizzazione con raggi gamma. Alla fine, con l’aiuto di Proto Labs , abbiamo trovato la resina migliore per il nostro sistema “.

“Proto Labs ci ha anche aiutato in modo rilevante nell’attuazione dei nostri requisiti per la superficie. Nel sistema TECHNOLOGY Z® RP le cellule non devono essere libere di essere sciacquate via e perciò richiedono una superficie finemente granulata sulla quale trovano supporto. Solo ciò rende possibile avere un processo standard ripetibile. Per mantenere uniformi le condizioni in tutto il sistema, abbiamo una sonda a monte dell’adattatore del reattore che monitora continuamente il pH, la temperatura e l’ossigeno , e fornisce questi dati ad una unità di controllo esterna”

Tutti i bioreattori e gli adattatori della sonda (in versioni diverse) usati nel TECHNOLOGY Z® RP sono prodotti usando il servizio di stampaggio rapido ad iniezione di Proto Labs.

“All’inizio non potevamo credere alla velocità ed affidabilità del servizio “dice Mr. Mausolf “Non conoscevamo nessun altro fornitore che fosse in grado di consegnare particolari finiti entro 10 giorni dal trasferimento del modello 3D. Qualche volta abbiamo ricevuto i componenti persino entro 5 giorni, quando abbiamo optato per questo servizio. Il processo era molto semplice: io ho semplicemente caricato il mio modello 3D nel sito web di Proto Labs. Quasi subito ho ricevuto la mia quotazione e poco dopo sono stato contattato con validi suggerimenti sulla sua esecuzione. Entro pochi giorni abbiamo ricevuto i primi reattori e adattatori realizzati usando la nostra plastica special”

"All'inizio non potevamo credere alla velocità ed affidabilità del servizio"
Il Prof. Dr. Hoffmeister

Il Prof. Dr. Hoffmeister aggiunge “Per Zellwerk questa è la soluzione più ideale e nello stesso tempo meno costosa. Noi facciamo affidamento assolutamente su particolari realizzati con materiale “reale”. Materiali sostitutivi, come quelli offerti dai metodi tradizionali di prototipazione, sono inutili per noi. Senza Proto Labs, noi non avremmo mai fatto così velocemente ed economicamente un bioreattore perfettamente funzionante per la crescita delle cellule immunitarie umane che soddisfacesse tutti i requisiti composti dalle agenzie regolamentatrici”

I bioreattori TECHNOLOGY Z® RP di Zellwerk rappresentano oggi la più avanzata tecnologia di coltivazione, disponibile commercialmente, nel campo della ingegneria medica per la realizzazione di cellule e tessuto.

Hai cercato ""