Interview con Bjoern Klaas, Vice President & Managing Director EMEA

Postato su giovedì 21 aprile 2022 Da Protolabs
Bjoern Klass

Come si chiama e qual è la sua posizione in Protolabs?

Il mio nome è Bjoern Klaas, sono il Managing Director di Protolabs EMEA e Global Vice President. Sono anche membro dell'Executive Leadership Team e dell'European Leadership Team.

Com'è il suo tipico giorno lavorativo?

Un tipico giorno lavorativo per me consiste prima di tutto in molti spostamenti, di solito da lunedì a giovedì o persino venerdì. È anche molto importante per me strutturare e pianificare la mia giornata, anche se non è sempre facile. Abitualmente, ho diversi meeting al giorno in cui fornisco il mio contributo con le mie conoscenze e i miei pareri, ma che sono anche orientati agli obiettivi e necessitano di una preparazione in anticipo. Tuttavia, mi permetto coscientemente di prendere il tempo nell'elaborazione e nell'analisi degli argomenti; apprendimento riflessivo, come dicevano a scuola.

Che cosa le piace di più riguardo al suo lavoro?

Le persone con cui lavoro. Al momento ovviamente ci incontriamo quasi sempre virtualmente. Stimo davvero la sicurezza che ciò offre ma personalmente risulta svantaggioso. Molte persone considerano incontrarsi in questo modo molto vantaggioso, ma non mi piace così tanto. Inoltre, mi piace scambiare idee con i manager che consegnano rapporti direttamente a me, ma anche lo scambio con tutti gli altri dipendenti è importante per me. Mi offre punti di vista diversi e posso

trarne insegnamenti, mentre d'altro lato posso diffondere meglio i miei messaggi.

Mi piace anche analizzare dati poiché sono una persona che fa molta attenzione ai numeri. Quando escono le cifre mensili sono felice e allora mi siedo e le osservo molto attentamente.

Qual è la sua routine preferita per il pranzo?

A Telford pranzo nel modo meno dispendioso - al distributore di benzina, e tutti scherzano su questa cosa. A Putzbrunn utilizzo un trolley per pasti, che emette dei suoni in modo da sapere quando arriva. Sinceramente, ammetto anche che a volte chiedo ai colleghi di portare qualcosa con loro se un appuntamento si prolunga fino all'orario del pranzo, ma cerco di evitarlo. A volte mi piacerebbe pranzare ancora in modo normale alla mensa come facevo in passato. Forse è qualcosa che dovrei fare di più, perché all'ora di pranzo alla mensa è possibile incontrarsi di nuovo con altri colleghi e sviluppare idee innovative.

Qual è la cosa più singolare su cui ha lavorato a Protolabs finora?

Penso che la cosa più speciale per l'azienda è tutto ciò che stiamo facendo al momento o che abbiamo fatto di recente. Con questo mi riferisco al lancio della nostra nuova piattaforma di e-commerce, ai prodotti e servizi che abbiamo lanciato e abbiamo intenzione di lanciare, all'acquisizione di HUBS e all'adattamento di un modello aziendale più completo. Sono coinvolto in modo intenso in tutto questo. Stiamo trasformando la nostra azienda e dobbiamo adattarci ai mutamenti delle condizioni esterne, ad esempio la Brexit e la necessità di ridurre il consumo di carbone a livello globale. In sé, ciascuno di questi eventi o requisiti ha il potenziale di un enorme cambiamento e crescita. Assieme a un recupero economico imminente, fare tutti gli investimenti nel 2020/2021 è stata proprio la decisione giusta, anche se è stato spesso molto difficoltoso. Ma adesso possiamo trarne i benefici e non vedo l'ora!

Perché ha scelto Protolabs?

La prima frase che mi viene in mente: Perché è un'azienda fantastica.

La decisione è venuta dalla mia esperienza lavorativa precedente: Mi trovavo in un'azienda che era un fornitore di Protolabs, e quindi sono venuto in contatto con la società. Ad un certo punto mi è stato chiesto se avessi voluto lavorare per Protolabs e presi la decisione abbastanza velocemente. Amo il modello aziendale innovativo, siamo l'unico fabbricante digitale in scala con un grandissimo potenziale. Abbiamo inoltre un significativo vantaggio in termini di conoscenze rispetto ai nostri concorrenti.

Quale consiglio darebbe a lei stesso guardando indietro ai suoi inizi a Protolabs?

Ero relativamente ingenuo nel mio approccio. Protolabs è un'azienda con una minore quantità di processi rispetto a ciò a cui ero abituato. Questo perché Protolabs ha circa 20 anni, non 200, e siamo in un costante stato di evoluzione. Offriamo ai nostri clienti nuovi prodotti che differiscono rispetto a ciò che offrivamo loro in precedenza. E ciò comporta di trovarci in un costante ciclo d'innovazione. È necessario avere un buon grado di flessibilità ed essere in grado di accettare di buon grado i cambiamenti. Inizialmente, ho sottostimato questi fattori. Ho una formazione classica nel mio approccio alla strategia e l'applicazione di approcci tradizionali spesso non funziona con Protolabs poiché siamo un'azienda manifatturiera in un ambiente di e-commerce. Possediamo un modello aziendale unico. Ho imparato ad amarlo, ma ci sono voluti sei mesi per me per venirne a capo.

Descriva cosa significa per lei Protolabs in 3 parole.

Velocità. Flessibilità. Crescita.

Vorrei sottolineare in particolare l'ultima parola: come azienda, attualmente siamo in una fase in cui vogliamo, possiamo e dobbiamo crescere. Pertanto, per me crescita è il termine più importante.

 

Bjoern Klaas, Vice President & Managing Director EMEA è stato intervistato da Magdalena Maehrlein, Talent Acquisition Partner Europe presso Protolabs. Questa intervista è stata condotta in tedesco e tradotta in italiano.