Stereolitografia

La stereolitografia (SL o SLA) è un processo di stampa 3D industriale per la creazione di modelli concettuali, prototipi estetici e pezzi caratterizzati da geometrie complesse anche in un solo giorno lavorativo. Questo processo permette di utilizzare un'ampia selezione di materiali e rende possibile risoluzioni estremamente elevate accompagnate da finiture superficiali di qualità.

Offriamo diversi servizi secondari che consentono di migliorare ulteriormente il design o la finitura del vostro progetto stampato in 3D. Questi servizi sono disponibili quando effettuate l'ordine di un pezzo fabbricato da Protolabs.

Le linee guida per il progetto della stereolitografia vi aiuteranno a capire le capacità e i limiti.

Che cos’è la stereolitografia?

La stereolitografia è un processo di stampa 3D che si avvale di un laser controllato da computer e preprogrammato tramite software CAM/CAD. I pezzi sono realizzati attraverso la polimerizzazione di strati sottilissimi di resina liquida, utilizzando un fascio laser ultravioletto che viene proiettato sulla superficie della resina per consentirne il passaggio allo stato solido. Questo processo prende il nome di fotopolimerizzazione.

Come funziona la stereolitografia?

La macchina inizia a disegnare gli strati delle strutture di supporto e quindi del modello stesso, con l'ausilio di un fascio laser ultravioletto proiettato sulla superficie di una resina liquida termoindurente. Una volta terminata la scansione del primo strato, la piattaforma di spostamento si abbassa e l'apposita testina si muove lungo la piattaforma livellando così il successivo strato di resina. Il processo viene ripetuto per ciascuno strato fino alla completa realizzazione del modello.

A questo punto, le parti appena realizzate vengono estratte dalla macchina e portate in laboratorio, dove la resina non trattata sarà rimossa con l'ausilio di solventi. Non appena ultimata la pulizia del pezzo, si procederà con l'asportazione manuale delle strutture di supporto. Il modello sarà quindi sottoposto a un ciclo di polimerizzazione mediante esposizione a una lampada a ultravioletti, finalizzato a completare la solidificazione dello strato più superficiale del pezzo. La fase finale del processo di stereolitografia consiste nell'applicazione di eventuali finiture personalizzate selezionate dal cliente. I pezzi realizzati mediante stereolitografia dovrebbero essere sottoposti a umidità e raggi UV nella misura più limitata possibile, poiché tali fattori possono contribuire al degrado del materiale.

Perché scegliere la stereolitografia per i progetti di stampa 3D?

La SLA è una scelta eccellente per la prototipazione rapida di progetti che richiedono la produzione di pezzi molto precisi e finemente dettagliati. È ideale per la realizzazione di pezzi "da presentazione", in quanto consente di validare le idee concettuali e di effettuare test di ergonomia.

Le schede dati dei materiali stampabili con stereolitografia sono disponibili nella nostra Guida comparativa dei materiali.


3DP ICON LOGO
  • Da 1 a oltre 50 pezzi
  • spediti entro 1-7 giorni lavorativi
Ideale per:
  • prototipi estetici
  • test di assemblaggio
  • parti estremamente piccole con dettagli accurati
 

Multi Jet Fusion

Multi Jet Fusion è un nuovo processo di stampa 3D ad agenti multipli basato su polvere per la realizzazione di prototipi funzionali e pezzi destinati all'utenza finale. Un vantaggio offerto da Multi Jet Fusion è la possibilità di realizzare proprietà meccaniche isotrope uniformi. 

Per maggiori informazioni osservate questo breve video.


 

La Stampa 3D: quali sono i vantaggi per le aziende?

Dalle piccole agenzie di progettazione ai giganti dell'elettronica di consumo, la stampa 3D offre una grande flessibilità di progettazione per la produzione di pezzi precisi e di qualità, pur rimanendo economica. 

Scoprite di più in questo breve video.


Linee guida per il progetto : Stereolitografia

Stampa 3D a micro risoluzione

Se hai bisogno in tempi brevi di pezzi con micro risoluzione e dettagli fini, di dimensioni ridotte pari a 0,07 mm, non vi è un’alternativa migliore alle nostre resine simil-ABS, MicroFineTM Grey o MicroFineTM Green.  Ci avvaliamo di apparecchiature specialistiche per la stampa 3D con stereolitografia (SLA) per produrre in modo rapido il tuo pezzo caratterizzato da dettagli fini, utilizzando questi materiali disponibili esclusivamente da Protolabs, affinché possia ottimizzarne il design prima di investire nello stampo.

MicroFine™ Green e MicroFine™ Grey

Vantaggi della stereolitografia

 

  • Costo competitivo
  • Eccellente finitura di superficie
  • Capacità di riprodurre geometrie complesse con facilità
  • Tra le migliori finiture di superficie disponibili per un processo additivo

Quali sono le applicazioni della stereolitografia?

La stereolitografia è indicata per la riproduzione accurata di modelli e prototipi.

Ad esempio, è utilizzata per creare modelli 3D accurati di aree anatomiche di un paziente allo scopo di facilitare il processo diagnostico, la pianificazione chirurgica o la progettazione e realizzazione di impianti. Trova anche impiego nella creazione di modelli concettuali e in scala.

La stereolitografia è adoperata nella fase di prototipazione per scopi di valutazione del design e validazione del modello, per via del grado di precisione offerto e della capacità di riprodurre forme irregolari.

Per vedere un esempio di componente realizzato da Protolabs mediante il processo di stereolitografia, clicca qui.


Quali sono i materiali disponibili per la stereolitografia?

A differenza delle generazioni di SLA precedenti, i macchinari odierni mettono a disposizione un’ampia scelta di materiali in grado di riprodurre fedelmente le caratteristiche di polipropilene, ABS e policarbonati con rinforzo in fibra di vetro. Protolabs offre numerose varianti di questi materiali:

Vedi la guida comparativa dei materiali per la stereolitografia

  • Polipropilene : una resina flessibile e resistente che simula le proprietà di un polipropilene rigido In grado di resistere anche a trattamenti meccanici impegnativi e particolarmente indicato per dettagli fini (angoli vivi, pareti sottili, fori di piccole dimensioni ecc.).
  • Polipropilene/ABS : materiale plastico bianco con caratteristiche di resistenza simile agli articoli in polipropilene e ABS lavorati con macchine CNC. Indicato per accoppiamenti a scatto, assemblaggi e applicazioni impegnative.
  • ABS : la gamma di materiali simili all’ABS disponibile include le opzioni seguenti: una resina trasparente a bassa viscosità che può ricevere una finitura trasparente; una plastica nera opaca che blocca quasi totalmente la luce visibile, anche nelle sezioni sottili; un materiale plastico trasparente e incolore indicato per lenti e modelli per la visualizzazione di flusso e una resina a micro risoluzione che consente la realizzazione di pezzi dal sorprendente livello di dettaglio e nel rispetto di rigidi requisiti di tolleranza.
  • Policarbonato : policarbonato rinforzato con ceramica che offre robustezza, rigidità e resistenza alle temperature ma che può presentare fragilità.

 

Per un’analisi più dettagliata dei materiali disponibili per i servizi di stampa 3D e stereolitografia, consigliamo di consultare il white paper che tratta i materiali indicati per la stampa 3D

La nostra Guida comparativa dei materiali è un’ulteriore risorsa informativa che fornisce assistenza nella scelta del materiale. Inoltre, i nostri Application Engineers saranno lieti di offrire consulenza nella selezione del materiale e del processo di fabbricazione, qualora necessario.

Per richiedere assistenza tecnica è possibile contattare Protolabs al numero +39 0321 381211 o all’indirizzo [email protected], al fine di discutere delle opzioni disponibili.


Risorse

a metal 3D printing technician removes support structures from a DMLS part

Preventivo istantaneo completo di analisi gratuita di fattibilità

RICHIEDERE UN PREVENTIVO